Bandi e avvisi

PerSo Film Festival 2023

Realtà virtuale, 3 categorie di concorso, 11 film in anteprima per l’Italia, ospiti, talk, masterclass, progetti di formazione e un’intera città coinvolta

Torna per la sua nona edizione il PerSo – Perugia Social Film Festival – evento internazionale dedicato al cinema documentario che, nel giro di pochi anni, si è ritagliato un posto importante nel panorama dei festival cinematografici italiani.

Tante le questioni al centro dei film in concorso: tematiche sociali, geopolitica, crisi climatica, migrazioni e diritti, la vita delle persone e degli ecosistemi a diverse latitudini e prospettive. Una selezione ufficiale che vede lavori provenienti da 27 Paesi.

Differente. non indifferente, è il claim che riassume lo spirito del festival che vedrà coinvolte le tre storiche sale cinematografiche della città di Perugia e numerose altre location per nove giorni di programmazione ad ingresso gratuito, con tre categorie di concorso56 titoli nazionali e internazionali dei quali 11 anteprime italiane.

Inoltre, la seconda edizione della sezione dedicata alle opere in Realtà Virtuale a tematica sociale (PerSo nella VR), una mostra fotografia dedicata a Cecilia Mangini e Pier Paolo Pasolini, la residenza di sviluppo creativo Itineranze DOC, proiezioni ed incontri con gli autori al carcere di Perugia-Capanne e percorsi di formazione per due giurie che coinvolgono oltre 60 studenti delle scuole e università perugine. Un evento capace di coinvolgere un’intera città (10 location nel centro di Perugia), comprese strutture, persone e “pezzi” di comunità non sempre integrate. Tra essi la giuria composta dai detenuti della Casa circondariale di Perugia-Capanne e le giurie degli studenti

È stata presentata a Roma, il 19 settembre, presso Casa Argentina (sede dell’Ambasciata Argentina in Italia), l’edizione 2023 (dal 30 settembre all’8 ottobre + due anteprime) del PerSo – Perugia Social Film Festival. Alla presentazione sono intervenuti Alberto Pasquale, direttore Umbria Film Commission, che ha parlato del valore del festival, ampiamente percepito sul territorio umbro e ormai a livello nazionale, visti i rapporti, le partnership e le collaborazioni che il PerSo mette in campo. Un evento capace di mettere l’Umbria e Perugia in connessione con il mondo. “Inoltre – ha aggiunto – come Umbria Film Commission realizzeremo un workshop su realtà virtuale e linguaggio documentario. Un’iniziativa di formazione gratuita rivolta ai professionisti”.

Stefano Rulli, presidente della Fondazione La Città del Sole – Onlus, tra i fondatori del festival, ha raccontato l’esigenza percepita ormai dieci anni fa, quando il festival presentava la sua prima edizione non competitiva, del sociale di raccontarsi. Oggi, grazie al lavoro di Ferretti e Piperno e di tutte e tutti gli altri, siamo diventati un punto di riferimento. Tra le prerogative del festival, oltre quello di mostrare cinema internazionale di livello, c’è anche quello di contribuire alla formazione e alla promozione dei giovani cineasti con il progetto Itineranze e con le masterclass che proponiamo.

Alla conferna stampa è interventuo anche Daniele Corvi, CDA Umbria Film Commission.

Come hanno spiegato Giovanni Piperno e Luca Ferretti: “Il social che portiamo nel nome, che comunque emerge sempre dietro alle storie dei nostri protagonisti, non è una gabbia per individuare i temi dei film da selezionare, che scegliamo soprattutto in base alle loro qualità cinematografiche, ma uno stimolo per coinvolgere nel festival ogni anno più cittadini possibili, anche tra i più svantaggiati: detenuti, migranti, studenti liceali ed universitari, utenti dei servizi psichiatrici. Anche quest’anno, con la IX edizione riportiamo le persone a guardare e ascoltare storie nelle diverse e preziose sale d’essai della città, ma anche con dei visori VR, attenti al cinema che cambia”. La Giuria dell’Award 2023 è composta da Ivan Guarnizo, regista colombiano autore di Del Otro Lado, film pluripremiato e miglior film internazionale al PerSo 2022; Alessia Brandoni, critica e programmatrice cinematografica; Giacomo Ravesi, docente universitario e curatore. Roland Sejko, regista, guida la giuria degli studenti che assegna il premio al miglior film italiano.

Tra i tanti i titoli arrivati da ogni parte del mondo selezionati dalla direzione artistica di Giovanni Piperno e Luca Ferretti, molti sono caratterizzati dall’uso creativo dei materiali d’archivio pubblici o privati, una scelta espressiva sempre più utilizzata nel cinema del reale negli ultimi anni. Tra gli altri Radiograph of a family, di Firouzeh Khosrovani, che sarà l’occasione per un focus sulle cineaste iraniane a poco più di un anno dalla morte della studentessa Maha Amini; Mudos Testigos di Jerónimo Atehortúa Arteaga e Luis Ospina, originale rilettura della storia colombiana attraverso frammenti dei rari film muti prodotti nel paese sudamericano; Sur nos monts di Mateo Ybarra, interamente composto da video realizzati per i social da giovani svizzeri nel periodo della leva. Le due opere presentate nella categoria MasterpieceThe Fire Within di Werner Herzog e e 1970 di di Tomasz Wolski. Per approfondire questi percorsi Armando Andria, Alessia Brandoni e Fabrizio Croce terranno una masterclass intitolata Pratiche d’archivio nel cinema contemporaneo; e la retrospettiva di quest’anno è dedicata a Pietro Marcello, che, fin da La bocca del Lupo (2009), ha sperimentato l’uso poetico dei materiali di repertorio nei suoi film.

I NUMERI

Una città, 3 sale cinematografiche10 location, 11 giorni di programmazione ad ingresso gratuito, 3 categorie di concorso56 titoli nazionali e internazionali, 11 anteprime italiane, 1 mostra fotografica, 1 live performance artistica, 2 masterclass, 1 residenza artistica, eventi speciali e oltre 40 ospiti in sala negli incontri con il pubblico.

Eventi speciali | Realtà virtuale 

Dal 4 al 7 ottobre la rassegna dedicata alla VR e il workshop per professionisti, promosso dall’Umbria Film Commission.

Realtà virtuale e cinema sociale. Un connubio ormai esplorato da tanti cineasti e a diverse latitudini. Una tecnologia, quella della VR, che concede agli autori la possibilità di sperimentare punti di vista, percorsi e narrazioni da prospettive diverse e che consente al pubblico di conoscere e appassionarsi a storie, ambientazioni e visioni immersive. Il PerSo – Perugia Social Film Festival, 9^ edizione del concorso internazionale di cinema del reale, in programma a Perugia dal 30 settembre all’8 ottobre 2023, propone la seconda edizione della rassegna dedicata alla VR. 

Sono 7 i titoli internazionali di recente produzione che saranno proiettati presso la Sala Binni, a Porta Sole, selezionati dalla curatrice della sezione Valentina Noya, con la collaborazione con Diversion Cinema, agenzia francese tra i principali player europei del mercato VR. 

Si affianca alla rassegna un percorso di formazione dedicato ai professionisti: 4 giorni di workshop di produzione in Realtà Virtuale e 360°, promosso da Umbria Film Commission e curato dal PerSo Film FestivalDocenza affidata a Stefano Sburlati, filmmaker e artista digitale, fondatore della Motion Pixel Video. 

Eventi speciali | Pietro Marcello retrospettiva e incontro con il regista

Sabato 7 ottobre 

Pietro Marcello ha sempre praticato sia il documentario che il cinema di finzione, ma con la sua filmografia queste etichette rischiano di essere riduttive: questa alternanza la possiamo trovare anche all’interno di uno stesso film. Marcello nei suoi lavori ha infatti sempre cercato di sperimentare nuovi linguaggi: mettendo in scena la realtà, utilizzando i materiali d’archivio in forma narrativa o poetica, giocando con le epoche. La retrospettiva propone tre film esemplari dei primi venti anni di attività̀ del regista: Il passaggio della linea (Italia, 2007, 60′); La bocca del lupo (Italia, 2009, 68′); Le vele scarlatte (Italia, 2022,100′).

Sabato 7 Ottobre al cinema Postmodernissimo sono in programma i tre film e alle 19 la masterclass con Pietro Marcello. 

Eventi speciali | Omaggio a Cecilia Mangini | Mostra e proiezioni al MANU

Mostra P. P. Pasolini, Sette scatti / Volti del XX secolo a Indigo Art gallery. Proiezione di tre cortometraggi di Cecilia Mangini al Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria.

Dal 28 settembre al 29 novembre, Indigo Art gallery, in via Oberdan, nel centro di Perugia, ospita P. P. Pasolini, Sette scatti / Volti del XX secolo di Cecilia Mangini. Inaugurazione: giovedì̀ 28 settembre, ore 19, con Paolo Pisanelli, curatore della mostra, e Francesco Maggiore, curatore del progetto di allestimento. 

Tra il febbraio e il marzo del 1958, mentre si accinge a girare il suo documentario d’esordio, Ignoti alla città, Cecilia Mangini incontra Pier Paolo Pasolini e lo fotografa in giro per il quartiere di Monteverde Nuovo e la limitrofa borgata Donna Olimpia, a Roma. Da quel servizio di sedici riprese Cecilia seleziona, sui provini a contatto, sette immagini. Nella versione presentata a Perugia la mostra include una selezione di Volti del XX secolo (di cui i sette scatti fanno parte) e una serie di documenti manoscritti e dattiloscritti, di provini, e il cortometraggio PPP l’apertura al mondo di Paolo Pisanelli.

Lo stesso giorno, giovedì 28 settembre, alle 17.30, al MANU (Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria) in programma le proiezioni di Ignoti alla città (Italia, 1958, 11’). La vita di un gruppo di ragazzi di borgata romani fra litigi, spensieratezza, rassegnazione e cinismo. Stendalì suonano ancora (Italia, 1960, 11’). Uno degli ultimi esempi dell’antichissimo rito di lamentazione funebre che sopravviveva ancora, all’epoca, in questo lembo meridionale della Puglia. La canta delle marane (Italia, 1961,11’). Ispirato a Ragazzi di vita, storie di ragazzi della periferia romana che si ritrovano d’estate nella marrana, fra giochi, botte e tuffi proibiti. 

Cecilia Mangini (Mola di Bari, 1927- Roma, 2021) è stata cineasta, documentarista e fotografa, da sempre attenta ai temi della marginalità̀, del lavoro, dell’immigrazione e delle ingiustizie sociali. Autrice di lungometraggi e oltre 40 cortometraggi, in parte insieme al marito Lino Del Fra.

CASTIGLIONE DEL CINEMA

Dal 28 Settembre al 1° Ottobre 2023 avrà luogo la prima edizione di Castiglione del Cinema, la rassegna dedicata al cinema italiano in uno dei borghi più belli d’Italia sulle sponde del Lago Trasimeno: Castiglione del Lago, in provincia di Perugia.

Dopo importanti lavori di ammodernamento, il Nuovo Cinema Caporali di proprietà del Comune di Castiglione del Lago, in gestione all’Associazione LAGODARTE, riapre al pubblico il 14 settembre per poi ospitare le quattro giornate di Castiglione del Cinema 2023. Numerosi gli eventi che animeranno Castiglione del Lago tra proiezioni di film, incontri con prestigiosi ospiti, masterclass, concerti, e interessanti Q&A con professionisti della settima arte.

Gli appuntamenti confermati ad oggi  – a cui si potrà assistere gratuitamente – sono i seguenti: il regista Gianni Amelio riceverà il Premio alla Carriera e per l’occasione sarà proiettato il suo lungometraggio Lamerica del 1994. Laura Delli Colli, giornalista e scrittrice, nonché presidente del SNGCI (Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici Italiani) presenterà il suo libro sull’icona del cinema italiano Monica Vitti. Sarà possibile partecipare a una Masterclass con Paolo Genovese, regista di Perfetti Sconosciuti, Tutta Colpa di Freud, Immaturi, mentre Jasmine Trinca presenterà il suo film da regista Marcel! e Paolo Ruffini condurrà un incontro con il pubblico, seguito dalla proiezione del suo film Up&Down – Un film normale.

Dal cinema di ieri con la proiezione de La Ragazza con la Pistola di Mario Monicelli, al cinema di oggi con Per Niente al Mondo di Ciro D’Emilio, il Nuovo Cinema Caporali sarà il cuore della rassegna offrendo un’esperienza cinematografica di alta qualità, audio e video.

E ancora, tra i momenti di approfondimento di maggior interesse sociale e culturale un focus sulla delicata quanto attuale tematica delle carceri, un intero pomeriggio in cui saranno a confronto relatori d’eccezione del mondo giudiziario e accademico con artisti ed esponenti del mondo dello spettacolo – tra cui il cantautore romano Davide Combusti in arte The Niro e il suo progetto musicale con i detenuti a Rebibbia – che culminerà con la proiezione del docufilm “Peso Morto” del regista Francesco Del Grosso, che affronta uno dei casi di ingiustizia detentiva più gravi in Italia: il caso Massaro, 21 anni di ingiusta detenzione. Presente anche il protagonista del docufilm, Massaro, che condividerà la sua testimonianza in carcere e la toccante esperienza.

Evento formativo in via di accreditamento per avvocati.

Il 22 Settembre 2023 alle ore 11.30 avrà luogo la conferenza stampa di presentazione con il programma definitivo. Per chi non potesse essere presente a Perugia sarà possibile seguirla in streaming (si prega di inviare richiesta all’ufficio stampa).

Direttore artistico della rassegna nel cuore dell’Umbria è Emanuele Rauco, giornalista, membro dal 2016 della Commissione di selezione della Mostra del Cinema di Venezia e dal 2019 socio della Rete degli Spettatori con cui organizza rassegne cinematografiche e progetti culturali volti alla diffusione del cinema di qualità e indipendente, nelle sale, in streaming e nelle scuole.

«È importante che Castiglione del Lago abbia una sua manifestazione cinematografica duratura nel tempo – ha affermato Rauco – per continuare a far scoprire al mondo del cinema le bellezze del Trasimeno, delle sue città e dei suoi borghi. Per questa edizione di Castiglione del Cinema vogliamo che, oltre agli incontri pubblici che resteranno forti nel programma, sia il cinema come sala, come visione collettiva su grande schermo, ad essere al centro della manifestazione. Ci concentreremo su film recenti, anteprime, come pure film del passato da riscoprire, opere che ci aiutano a pensare e capire il presente e il mondo, con le quali poter dialogare, aprire finestre di meraviglia e riflessione».

Il Presidente dell’Associazione Castiglione del Cinema, Luigi Meoni, è lieto di portare avanti questo progetto culturale e artistico: «L’idea di Castiglione del Cinema nasce all’indomani della decisione presa dalla Fondazione Ente dello Spettacolo – a cui va il merito, insieme al nostro ringraziamento, di aver portato il mondo del cinema in questi luoghi, facendoli conoscere e apprezzare ai protagonisti che sono stati ospiti negli anni precedenti – di non proseguire questa esperienza a Castiglione del Lago, per cui abbiamo pensato di farla nostra, legando un’esperienza culturale e sociale che il paese di Castiglione dedica al cinema italiano a un rapporto ancora più stretto con il territorio in cui si svolge, per radicarla e innovarla negli anni a venire».

Castiglione del Cinema è un progetto dell’Associazione Castiglione del Cinema – APS, realizzato con il contributo e il patrocinio del Comune di Castiglione del Lago, del GAL Trasimeno Orvietano e dei Borghi più belli d’Italia. Si avvale inoltre del patrocinio di Umbria Film Commission, Confindustria e Confcommercio Umbria, Comune di Perugia, Provincia di Perugia e Regione Umbria.

Esito Bando “Umbria Film Fund 2022”

È stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria, l’esito del Bando per il sostegno alle imprese audiovisive “Umbria Film Fund 2022”. Il Bando è stato emanato dalla Regione Umbria, Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2021-2027.

Assegnati Categoria A ( documentari e lungometraggi):

-40.000,00€ a “Own Air” per l’opera “La Mir”;

-400.000,00€ a “Paco Cinematografica srl” per l’opera “L’Avversario”;

-400.000,00€ a “Courier Film Srl” per l’opera “Eva”;

-200.000,00€ a “Incipit Film Srl” per l’opera “La bolla delle acque matte”;

-400.000,00€ a “Revok srl” per l’opera “Paura – Un giallo Italiano”

-30.000,00€ a “Rhino Srl” per l’opera “Benedetto, Padre d’Europa”.

Assegnati Categoria B (cortometraggi):

-15.000,00€ a “Articolture Srl” per l’opera “Un padre”;

-15.000,00€ a “Inthelfilm Srl” per l’opera “La casa di papà”.

Premio Roberto Rossellini 15° edizione

Il premio Rossellini è un’iniziativa che mira alla promozione di giovani talenti, giunto alla sua seconda edizione a Calvi dell’Umbria, trova il proseguimento della sua realizzazione, dopo dodici anni in cui la manifestazione si è svolta a Maiori, sulla costiera Amalfitana.

Il concorso è rivolto non solo a studenti delle Scuole di cinema di tutto il mondo, ma anche a videomaker e registi che già hanno presentato propri lavori al pubblico.
I partecipanti al Bando dovranno inviare la loro sceneggiatura per un cortometraggio della durata massima di 15 minuti.
La Giuria, presieduta da Renzo Rossellini e composta da eminenti personalità del cinema Italiano, valuterà le sceneggiature scegliendone tre. Per i lavori selezionati è previsto un contributo pari a 2.000 euro per ciascuna sceneggiatura, che verrà assegnato direttamente dall’Associazione Roberto Rossellini.
Ciascun partecipante potrà scegliere liberamente eventuali sponsor e altri finanziamenti sia pubblici che privati per la realizzazione del proprio cortometraggio.
Le sceneggiature dovranno pervenire unicamente alla mail premiorobertorossellini@gmail.com con allegato il curriculum del proponente, entro e non oltre 24.00 del 23 Aprile 2023 segnalando nell’oggetto delle mail la dicitura: “Sceneggiatura Premio Rossellini 2023”

CONDIZIONI:
La condizione necessaria per poter partecipare al premio è che i cortometraggi siano girati nell’area del Comune di Calvi dell’Umbria (TR), Comune che dovrà essere citato come luogo delle riprese nei titoli di coda.
Fra tutte le sceneggiature pervenute si darà una particolare attenzione alle sceneggiature che contemplino un tema sociale, come d’altronde avveniva quando il premio si svolgeva a Maiori, per tener fede al pensiero di Roberto Rossellini, al suo far del Cinema “un’Arte utile agli esseri Umani”.

RIASSUMENDO:
Le Sceneggiature dovranno pervenire entro e non oltre le ore 24.00 del 23 Aprile 2023 alla mail premiorobertorossellini@gmail.com
A seguito della consegna delle sceneggiature, verranno comunicati – via mail – i risultati delle scelte della giuria, in relazione ai tre destinatari del contributo. Contributo, finalizzato esclusivamente alla realizzazione completa del cortometraggio. Sulla base delle sceneggiature scelte, che hanno partecipato alla selezione.
I proponenti dovranno realizzare, con i propri mezzi il cortometraggio che ricordiamo non dovrà superare la durata di 15 minuti.
Il concorso prevede la proiezione pubblica dei tre cortometraggi selezionati, in data e luogo da definire.
I cortometraggi realizzati dovranno pervenire alla mail: premiorobertorossellini@gmail.com entro e non oltre le ore 24.00 del 30 agosto 2023 (pena l’esclusione dal contributo), con un link – con password – su di una piattaforma (es.vimeo o altre similari)
– I vincitori rilasciano fin dal momento della partecipazione al concorso e alla conseguente realizzazione e consegna dei cortometraggi, ampia liberatoria all’Associazione Roberto Rossellini per la proiezione pubblica e gratuita dei lavori, per le attività legate alla premiazione e promozione.
Riconoscimenti consistenti in targhe (serigrafate) rappresentanti una raffigurazione di Roberto Rossellini realizzata sulla base di un disegno di Federico Fellini.
– La Direzione del premio si riserva la possibilità di effettuare variazioni del regolamento in qualunque momento.

Elenco idonei Manifestazione d’Interesse 2023

Manifestazione d’interesse

FORMAZIONE DI UN ELENCO DI ESPERTI IN ASPETTI TECNICO-ARTISTICI PER LA VALUTAZIONE DI PROGETTI AUDIOVISIVI
SCADENZA: 5 FEBBRAIO 2023

UMBRIA FILM FUND 2022

È uscito l’Umbria Film Fund 2022 per il finanziamento regionale di opere audiovisive e cortometraggi. Il bando è emanato dalla Regione Umbria. Dotazione € 1.500.000. Scadenza 15 novembre 2022. Tutti i contatti e le informazioni utili sono nel documento allegato. Ulteriori informazioni sul sito della Regione.

Lavora nel mondo del cinema!

I corsi, organizzati insieme a Tatics Group, si svolgeranno a Terni dal 17 al 22 ottobre e le iscrizioni e sono aperte a tutti i maggiorenni, anche senza esperienza pregressa o competenze specifiche.
Il numero massimo di partecipanti per ogni corso è di 20 persone ed è necessario presentare domanda entro il 10 ottobre per poter accedere al colloquio di ammissione.

I corsi sono totalmente gratuiti.

Per maggiori informazioni e per iscriversi consultare le pagine dedicate: 
Elettricista per lo spettacolo
Macchinista di scena

 

Qualora il numero dei partecipanti selezionati per ciascun corso fosse inferiore a 10 persone, il corso non verrà attivato.

SCARICA LA DOMANDA DI ISCRIZIONE

Visioni in Movimento – Umbria, una terra che ti muove 9a edizione

UN PROGETTO PER RACCONTARE IL TERRITORIO UMBRO COLPITO DAL SISMA, ATTRAVERSO LA VISIONE DI GIOVANI AUTORI.

“Umbria, una terra che ti muove” è un progetto di C.U.R.A. – Centro Umbro Residenze artistiche, nato nel 2019 con l’intento di accompagnare i territori colpiti dal sisma con azioni creative e processi artistici capaci di far emergere le identità e le specificità culturali e accompagnare riscoperta della dimensione dei luoghi e di comunità che li abitano nelle loro differenze a peculiarità. I linguaggi artistici e performativi offrono infatti occasione privilegiata per riformulare narrazioni e identità di comunità e territorio, proponendo alternative importanti per ravvivare e rigenerare il territorio. In particolare l’edizione 2022 intende focalizzare la ricerca artistica sul linguaggio multimediale, video e cinematografico, in un percorso di creazione e formazione dedicato alle giovani generazioni e all’incontro con gli abitanti, allo scopo di intercettare talenti emergenti in grado di leggere, raccontare e restituire in maniera originale, attraverso brevi film e documentari, l’anima dei luoghi, la memoria e la varietà umana che popola il territorio.

Con questo scopo nasce il bando “Visioni in Movimento – Umbria, una terra che ti muove” promosso da Culture Attive assieme a CURA e sostenuto da MiC e Regione Umbria grazie ai contributi per le aree colpite dal sisma del 2016.

Maggiori informazioni nel documento allegato.

PREMIO ROBERTO ROSSELLINI

Il premio Rossellini è un’iniziativa che mira alla promozione di giovani talenti, giunto alla sua seconda edizione a Calvi dell’Umbria, trova il proseguimento della sua realizzazione, dopo dodici anni in cui la manifestazione si è svolta a Maiori, sulla costiera Amalfitana.

Il concorso è rivolto non solo a studenti delle Scuole di cinema di tutto il mondo, ma anche a videomaker e registi che già hanno presentato propri lavori al pubblico.
I partecipanti al Bando dovranno inviare la loro sceneggiatura per un cortometraggio della durata massima di 15 minuti.
La Giuria composta da eminenti personalità del cinema Italiano valuterà le sceneggiature e ne sceglierà tre. Per le sceneggiature scelte è previsto un contributo pari a 2000 euro per ciascuna sceneggiatura, che verrà assegnato direttamente dall’Associazione Roberto Rossellini. Tale contributo è finalizzato ed erogato alla realizzazione e consegna di ciascun cortometraggio.
Ciascun partecipante potrà scegliere liberamente eventuali sponsor e altri finanziamenti sia pubblici che privati per la realizzazione del proprio cortometraggio.
Le sceneggiature dovranno pervenire unicamente alla mail premiorobertorossellini@gmail.com con allegato il curriculum del proponente, entro e non oltre le ore 24.00 del 20 Maggio 2022 segnalando nell’oggetto delle mail la dicitura: “Sceneggiatura Premio Rossellini 2022”

CONDIZIONI:
La condizione necessaria per poter partecipare al premio è che i cortometraggi siano girati nell’area del Comune di Calvi dell’Umbria (TR), Comune che dovrà essere citato come luogo delle riprese nei titoli di coda.
Fra tutte le sceneggiature pervenute si darà una particolare attenzione alle sceneggiature che contemplino un tema sociale, come d’altronde avveniva quando il premio si svolgeva a Maiori, per tener fede al pensiero di Roberto Rossellini, al suo far del Cinema “un’Arte utile agli esseri Umani”.
Le selezioni dei lavori saranno a cura della Giuria, così composta: Renzo Rossellini, (Produttore, Regista, Presidente della Giuria), Gabriella Boccardo (Vice Presidente dell’Associazione Roberto Rossellini per la diffusione della conoscenza) Silvia d’Amico (Sceneggiatrice e Produttrice), Lia Morandini (Costumista), Amedeo Fago (Scenografo e Regista), Gualtiero Rosella (Sceneggiatore).
Una particolare attenzione verrà dedicata ai giovani cineasti.

RIASSUMENDO:
Le Sceneggiature dovranno pervenire entro e non oltre le ore 24.00 del 20 maggio 2022 alla mail premiorobertorossellini@gmail.com
A seguito della consegna delle sceneggiature, verranno comunicati – via mail – i risultati delle scelte della giuria, in relazione ai tre destinatari del contributo. Contributo, finalizzato esclusivamente alla realizzazione completa del cortometraggio. Sulla base delle sceneggiature scelte, che hanno partecipato alla selezione.
I proponenti dovranno realizzare, con i propri mezzi il cortometraggio che ricordiamo non dovrà superare la durata di 15 minuti.
Il concorso prevede la proiezione pubblica dei tre cortometraggi selezionati, in data e luogo da definire.
I cortometraggi realizzati dovranno pervenire alla mail: premiorobertorossellini@gmail.com entro e non oltre le ore 24.00 del 29 agosto 2022 (pena l’esclusione dal contributo), con un link – con password – su di una piattaforma (es.vimeo o altre similari)
– I vincitori rilasciano fin dal momento della partecipazione al concorso e alla conseguente realizzazione e consegna dei cortometraggi, ampia liberatoria all’Associazione Roberto Rossellini per la proiezione pubblica e gratuita dei lavori, per le attività legate alla premiazione e promozione.
Oltre al contributo per la realizzazione del cortometraggio, nel corso della manifestazione nella quale verranno proiettati i cortometraggi, sono previsti i seguenti riconoscimenti:
– Premio della Giuria; Migliore Sceneggiatura; Miglior Attore; Miglior Attrice; Migliore Regia.
Riconoscimenti consistenti in targhe (serigrafate) rappresentanti una raffigurazione di Roberto Rossellini realizzata sulla base di un disegno di Federico Fellini.
– La Direzione del premio si riserva la possibilità di effettuare variazioni del regolamento in qualunque momento.